LBF, 13° giornata: Oxygen Roma Basket – Umana Reyer Venezia 62-73

23 Dicembre 2023
Condividi:
Facebook
Twitter
WhatsApp

Oxygen Roma Basket – Umana Reyer Venezia (20-19, 29-38, 44-57, 62-73)
Oxygen Roma Basket: Romeo 9, Dongue 13, Cupido, Natali 3, Bongiorno, Scarsi, Czukor 5, Sventoraite 17, Gilli 1, Kalu 14, Toscani, Ndiaye.
Coach: Vincenzo Di Meglio.

Umana Reyer Venezia: Berkani 12, Villa 12, Cubaj 8, Fassina 7, Shepard 21, Logoh, Nicolodi, Pan 11, Meldere, Kuier 2.
Coach: Andrea Mazzon.

Onore alla Oxygen Roma Basket che combatte fino alla fine, grande prova di carattere ma purtroppo la capolista Reyer Venezia espugna il Palazzetto dello Sport. Le ragazze di coach Di Meglio restano in partita fino alla fine. Inizio di primo quarto sontuoso da parte della Oxygen: in difesa concede poco o nulla a Venezia e in attacco è praticamente perfetta soprattutto sotto canestro con Dongue e Sventoraite. Coach Mazzon allora chiama il timeout per rompere un po’ l’incantesimo e al ritorno in campo infatti la Reyer riesce ad andare avanti nel punteggio con Villa, Shepard e Berkani. Le padrone di casa però non ci stanno e riescono ad assicurarsi il primo periodo di gioco (20-19) grazie ad un canestro nel finale di Kalu. Nel secondo quarto però Venezia mostra tutto il suo potenziale offensivo e reagisce al bel gioco romano: Cubaj e Pan sono perfette e mettono 9 punti di distanza. Romeo e Dongue guidano la reazione di Roma, ma purtroppo non basta: si va all’intervallo sul 29-38.

La Oxygen esce molto bene dagli spogliatoi e trova subito 6 punti pesanti con Sventoraite e Dongue. L’incredibile assist dietro alla schiena di capitan Romeo per la corsa a campo libero di Kalu infiamma il Palazzetto. Allora tutta la classe di Shepard esce fuori e trascina le sue, insieme all’aiuto di Fassina, sul +13. L’ultimo e decisivo quarto si apre con una splendida tripla di Romeo, seguita subito dai due punti sotto canestro di Sventoraite. Cubaj dalla lunetta è praticamente perfetta e mantiene le distanze. Le punte di diamante di Roma, Kalu e Romeo, non vogliono sfigurare davanti alla prima della classe e con un moto di orgoglio cercano in tutti i modi di mantenere viva la partita fino alla fine. La tripla di Villa però spezza definitivamente le gambe alle ragazze di coach Di Meglio. L’impresa purtroppo non si realizza, la Reyer espugna il Palazzetto dello Sport con il punteggio di 62-73. Onore alla Oxygen che ha dato il massimo per non sfigurare davanti al record stagionale di pubblico con ben 1.643 persone presenti sugli spalti. Da sottolineare che era presente anche Alessandro Onorato, Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, il quale all’intervallo ha ricevuto in regalo la maglietta ufficiale della Oxygen.

Coach Di Meglio: “Oggi per la prima volta dopo la sconfitta ho detto alle ragazze di essere orgogliose perché abbiamo fatto una buonissima gara. Sono contento della nostra prestazione, adesso è un po’ il tempo di bilanci e tranne qualche battuta di arresto in trasferta siamo abbastanza in crescita. Stiamo iniziando ad avere un’identità di squadra, ci sono motivi per essere soddisfatti ma anche per tenere la barra dritta perché dobbiamo ancora migliorare. Nel girone di ritorno sicuramente dobbiamo vincere più partite rispetto al girone d’andata. Magari con qualche punto in più in quelle partite perse all’ultimo saremmo sicuramente più contenti, ma come allenatore, da una parte, vedo la voglia di lavorare e posso essere soddisfatto dei nostri progressi. Ovviamente dall’altra parte sono un po’ preoccupato perché dobbiamo iniziare a vincere più partite. Oggi davanti avevamo la capolista, forse il nostro game-play è quello di riempire di falli le lunghe avversarie, ma oggi Venezia aveva talmente tanta scelta che era difficile mettere in atto il nostro piano. Quando abbiamo iniziato a ruotare un po’ di più abbiamo avuto più difficoltà. Siamo partiti molto bene, poi abbiamo sofferto la stanchezza delle tre partite in una settimana. Un’altra pecca è stata quella di aver concesso 17 rimbalzi offensivi a Venezia, anche se abbiamo perso meno palloni rispetto a quando giochiamo contro una big. Dentro l’area potevamo prendere più rimbalzi. Oggi abbiamo giocato faccia a faccia contro la prima della classe, cominciamo quanto meno a vedere la luce, dobbiamo continuare così. Regalo di Natale dal mercato? Sono contento delle giocatrici che abbiamo. Se c’è qualcosa che può migliorare il gruppo va bene, altrimenti se bisogna fare un regalo soltanto perché è Natale allora restiamo così (ride, ndr)”.

Nicole Romeo: “Sono veramente contenta della prestazione che abbiamo fatto questa sera. Giocare contro Venezia non è facile, è una squadra piena di talento ed è prima in classifica ma nonostante questo abbiamo fatto una grande partita di squadra. Non ci siamo mai arrese, abbiamo lottato fino all’ultimo. Ci tenevamo a no sfigurare davanti i nostri tifosi. La differenza con Venezia? Beh penso che Bologna, Schio e Venezia sono ad un altro livello rispetto a tutte le altre squadre. Poi ci siamo noi che possiamo essere un po’ la sorpresa del girone di ritorno. Il nostro obiettivo è quello di giocare i playoff e credo proprio che ci riusciremo. Adesso il primo step è quello di continuare così su questa strada. Sono sicura che nel nuovo anno avremo più continuità di risultati“.

Ufficio stampa Oxygen Roma Basket

Potrebbe interessarti